La Forza sia con te...Il motto è sempre lo stesso, lo stile è mutato!La Forza sia con te!
È il motto, l’urlo di guerra che da trent’anni riecheggia nella galassia di Guerre Stellari. Partorita dalla mente geniale di George Lucas, creatore molto più di una semplice saga di fantascienza, ma fautore di un vero e proprio franchise a tema, ritorna a distanza di anni dal suo esordio (1977) e a poco più di due anni dal suo settimo episodio sui grandi schermi con “Gli ultimi Jedi.

Lo scopo che si è voluto perseguire alla vigilia è stato quello di voler donare nuova linfa vitale all’intera saga. Servendosi del regista Rian Johnson, l’obiettivo è riuscito a metà, poichè se è vero che la trama coinvolge o mira a farlo nuovi personaggi la cui strada viene tracciata da quelli più antichi e memorabili della saga, stecca nel voler dare a tutti i costi, soprattutto nei momenti topici e nei dialoghi più intimi, un senso di ironia spicciola che le conferisce una certa perdita di stile.

Trama – Rey (Daisy Ridley), la temeraria ragazza mercante di rottami, è alla ricerca del grande cavaliere Jedi che sconfisse l’impero, Luke Skywalker (Mark Hamill) ritiratosi in esilio volontario, perché l’aiuti a controllare la Forza che le scorre dentro. Dopo aver attraversato l’universo e perlustrato ogni angolo del pianeta riuscirà a scovare il nascondiglio di Skywalker e consegnarli la spada laser appartenuta alla sua famiglia. Grazie all’aiuto che riceverà da questi, potrà di nuovo unirsi alla Resistenza, di cui fanno parte tra gli altri il generale Leia Organa (Carrie Fisher), lo spericolato pilota di X-wing Poe Dameron (Oscar Isaac) e l’ex assalitore Finn (John Boyega). Insieme daranno battaglia alle forze del Primo Ordine e a Kylo Ren (Adam Driver) influenzato dal Leader Supremo Snoke.

Il nuovo corso si fa carico di non far rimpiangere la vecchia leva, anche se ribadiamo quell’humour scontato mal si adatta al contesto in cui viene manifestato e se non fosse per il credito ampiamente accumulato dalla saga in tutti questi anni finirebbe per rovinare tutto.
Un cambio di rotta nella realizzazione della nuova trilogia rispetto ai film precedenti si evince proprio da alcuni aspetti di cui sopra; l’acquisizione della Lucasfilm dalla Walt Disney Company nel 2012 ha segnato di fatto un nuovo modo di intendere il progetto, pur rimanendo fedele all’idea originale, traccia uno stile proprio e distinto.

TRAILER