La pellicola, a tratti largamente demenziale, strappa dei sorrisi e lascia stupefatti (grazie al finale) i tanti che non ne conoscevano la storiaZach Galifianakis torna al cinema con una commedia sprizzante, fatta di alti e bassi, come le altre in cui ha recitato.
Il film, tratto da eventi realmente accaduti, è girato da Jared Hess (Napoleon Dynamite), il quale si cimenta nel racconto di una delle rapine “a metà” più riuscite nella storia degli Stati Uniti d’America.

Trama – David Ghantt (Zach Galifianakis) è un tipo sempliciotto, guida un camion portavalori e sta per sposarsi. Viene coinvolto, in modo ammaliante, da una sua fiamma, Kelly Campbell (Kristen Wiig), nonché ex collega, in un colpo da 17 milioni di dollari.
La mente organizzatrice di tutto è Steve Chambers (Owen Wilson), il quale incastra David, intascandosi tutto il bottino. La sua spavalderia nello sperperare i soldi rubati, però, cattura l’attenzione dell’FBI che si mette sulle sue tracce e su quelle di David, fuggito in Messico sotto consiglio forviante di Kelly/Steve.
Dopo aver capito il raggiro ai suoi danni e oramai compromesso con l’FBI, per via di alcune telecamere non disattivate durante la rapina, David tenterà il tutto per tutto per conquistare Kelly e sopraffare Steve, dopo che questi aveva assodato per fino un sicario, Mike McKinney (Jason Sudeikis), per ucciderlo. Il finale è storia!

La pellicola, a tratti largamente demenziale, strappa dei sorrisi e lascia stupefatti (grazie al finale) i tanti che non ne conoscevano la storia. Forse il racconto, per quanto originale, poteva essere raccontato in modo diverso, ridicolizzando meno il tutto e aggiungendoci temi più significativi.

TRAILER