A qualcuno piace caldo! Billy Wilder ci delizia con la sua commedia brillanteStati Uniti, 1959
Titolo originale: Some like it hot
Regia: Billy Wilder
Interpreti: Jack Lemmon, Tony Curtis, Marilyn Monroe, George Raft
Genere: Commedia
Colore: B/N
Durata: 2h

 

 

IL GRANDE BILLY WILDER

Billy Wilder è stato il re indiscusso della commedia americana e non solo. Fu uno dei fautori di un genere di spicco che nacque intorno agli anni cinquanta, il “noir”.

Uno dei film più rappresentativi di questo genere fu il capolavoro da lui diretto “Viale del tramonto”, con “l’intramontabile” Gloria Swanson nei panni di una diva del cinema muto. Film che gli valse tre dei sette oscar conquistati nella sua meravigliosa carriera di cineasta.

Divenuto un’icona del cinema mondiale, la sua regia ha generato un profondo cambiamento nella concezione di fare cinema, consacrando diversi attori diventati celebri grazie ai suoi film: da Jack Lemmon a Marilyn Monroe.

Il film che più di tutti celebra il suo genere di “commedia brillante” è senza dubbio “A qualcuno piace caldo”. La seducente Marilyn e il duo strampalato, ma al tempo stesso superlativo composto da Jack Lemmon e Tony Curtis donano dei caratteri freschi e originali ad un genere in rampa di lancio.

Tra gag, pasticci, equivoci di ogni genere, situazioni grottesche e humour spassionato, il film dimostra d’essere a tutti gli effetti una pietra miliare della filmografia di Wilder e del cinema a tutto tondo.

 

LA TRAMA

Ambientato a Chicago negli anni del proibizionismo, 1929, due musicisti Jerry (Jack Lemmon) e Joe (Tony Curtis) sono testimoni involontari della famosa strage di San Valentino (realmente avvenuta) e per sfuggire alla banda di malviventi che vorrebbe eliminarli, si travestono da donna spacciandosi per due musiciste, Daphne e Josephine, pur di riuscire ad entrare in un complesso di sole donne pronto a partire per una tournée di tre settimane in Florida.

All’interno della stessa faranno subito amicizia con la seducente Zucchero Candito Kandinsky, alias Marilyn Monroe, una ragazza malinconica e dedita all’alcool. Per non far saltare la copertura cercheranno di resistere alla conturbante seduzione di Zucchero, anche se Joe troverà un espediente per riuscire a corteggiarla.

Credendosi al sicuro in Florida, lontano dalla marmaglia criminale che gli dà la caccia, scopriranno ben presto che in realtà non è affatto così e che la gang non è per nulla lontano da loro. La situazione porterà ad un’escalation di gag rocambolesche e divertenti, nell’opera di riuscire a evitare i malviventi e mantenere la loro falsa e bizzarra identità.

 

I GIUSTI RICONOSCIMENTI

Il film si aggiudicò un oscar per i migliori costumi e tre Golden Globe, tra cui miglior film commedia, miglior attore in un film commedia a Jack Lemmon, e miglior attrice in un film commedia a Marilyn Monroe.

 

LA SCENA DEL TRENO

 

JACK LEMMON E TONY CURTIS