Il film di ron howard non rispecchia il libro di dan brown

Autore: Dan Brown
Titolo originale: The Da Vinci code
Genere: Romanzo
Sottogenere: Thriller
Protagonisti: Robert Langdon e Sophie Neveu
Anno pubblicazione: 2004
Editore: Mondadori
Pagine: 524

Robert Langdon il protagonista de il codice da vinci di dan brown ma il film con tom hanks non lo rispecchia

Stati Uniti, 2006
Titolo originale: The Da Vinci code
Regia: Ron Howard
Interpreti: Tom Hanks, Audrey Tautou, Ian McKellen
Genere: Thriller
Distribuzione: Sony Pictures Entertainment
Durata: 2h e 23′

Il film è fedele al libro?

TRAMA

Parigi, Museo del Louvre. Nella Grande Galleria, il vecchio curatore Saunière, ferito a morte, si aggrappa con un ultimo gesto disperato a un dipinto del Caravaggio, fa scattare l’allarme e le grate di ferro all’entrata della sala immediatamente scendono, chiudendo fuori il suo inseguitore. L’assassino, rabbioso, non ha ottenuto quello che voleva. A Saunière restano pochi minuti di vita. Si toglie i vestiti e, disteso sul pavimento, si dispone come l’uomo di Vitruvio, il celeberrimo disegno di Leonardo da Vinci. La scena che si presenta agli occhi dei primi soccorritori è agghiacciante: il vecchio disteso sul marmo è riuscito, prima di morire, a scrivere alcuni numeri, poche parole e soltanto un nome: Robert Langdon.

 

CONSIDERAZIONI

Il film diretto, dal pur bravo, nonchè premio oscar Ron Howard (il Richie di Happy days), non resta fedele al libro di Dan Brown. Il susseguirsi della storia e le relazioni tra i personaggi tende ad incanalarsi verso una via autonoma, differente da quella del romanzo, che ebbe al momento della sua uscita in libreria, una grande cassa di risonanza nelle coscienze un po’ di tutti: fedeli e non fedeli.

TRAILER