La lotta per la conquista del trono porta le più potenti e nobili famiglie del continente a scontrarsi o allearsi tra loro

Stati Uniti, 2011
Titolo originale: Game of thrones
Ideatori: David Benioff, D. B. Weiss 
Trasmessa in prima visione nel Paese di origine: HBO
Trasmessa in prima visione in Italia: SKY 
Genere: Fantasy, Avventura, Drammatico
Stagioni: 6 (in corso)
Episodi: 60 (10 a stagione)
Durata: 50-68′
Emmy: 38 Ammy Award
*Stagioni 7 e 8 in programmazione 
TRAILER DELLA SERIE

DESCRIZIONE DELLA SERIE

La serie è nata come adattamento televisivo del ciclo di romanzi Cronache del ghiaccio e del fuoco (A Song of Ice and Fire) di George R. R. Martin ed è ambientata in un contesto fantasy in cui vi è un mondo immaginario costituito principalmente dal continente Occidentale (Westeros) e da quello Orientale (Essos). Il centro più grande e civilizzato del continente Occidentale è la capitale “Approdo del Re”, dove si trova il Trono di Spade dei Sette Regni. La lotta per la conquista del trono porta le più potenti e nobili famiglie del continente a scontrarsi o allearsi tra loro in un contorto gioco di potere, che coinvolge anche l’ultima discendente della dinastia regnante deposta. Gli intrighi politici, economici e religiosi dei nobili lasciano la popolazione nella povertà e nel degrado, mentre il mondo viene minacciato dall’arrivo di un inverno diverso dai precedenti, che risveglia creature leggendarie e fa emergere forze magiche e oscure.

QUALI SONO I PERSONAGGI PRINCIPALI E LE LORO CASATE?

La serie, così come i romanzi, è interpretata da un cast corale: non è presente un unico protagonista, ma diversi personaggi che interagiscono tra loro allo stesso livello.

I personaggi principali sono per la maggior parte membri di alcune casate nobiliari dei Sette Regni (Seven Kingdoms):

La nobile Casa Stark rappresentata dagli uomini del Nord, che proteggono i Sette Regni dalle minacce celate oltre la Barriera: i Bruti (Wildlings), un pericoloso popolo nordico senza legge e gli Estranei (Others), leggendari guerrieri non umani.

La nobile Casa Baratheon, di cui fa parte il re sul Trono di Spade, ovvero il sovrano di tutti i Sette Regni.

La nobile Casa Lannister è formata da uomini ricchi e influenti, imparentati con i Baratheon tramite un matrimonio dinastico.

La nobile Casa Targaryen, un tempo regnante, caduta in rovina dopo che il suo ultimo re sul Trono di Spade fu spodestato dai Baratheon.

Queste e molte altre casate prestano alternativamente giuramento di fedeltà fra loro tramite matrimoni e compromessi, spesso ricorrendo a tradimenti e omicidi, in una continua lotta per il potere detta “gioco del trono” (dal titolo Game of Thrones, ).

 Eddard Stark (stagione 1) interpretato da Sean Bean

Robert Baratheon (stagione 1) interpretato da Mark Addy

Tyrion Lannister (stagione 1-in corso) interpretato da Peter Dinklage

Jaime Lannister (stagione 1-in corso) interpretato da Nikolaj Coster-Waldau

Catelyn Tully (stagioni 1-3) interpretata da Michelle Fairley

Cersei Lannister (stagione 1-in corso) interpretata da Lena Headey

Daenerys Targaryen (stagione 1-in corso) interpretata da Emilia Clarke

Jorah Mormont (stagione 1-in corso) interpretato da Iain Glen

Petyr Baelish (stagione 1-in corso) interpretato da Aidan Gillen

Viserys Targaryen (stagione 1) interpretato da Harry Lloyd

Jon Snow (stagione 1-in corso) interpretato da Kit Harington

Sansa Stark (stagione 1-in corso) interpretata da Sophie Turner

Arya Stark (stagione 1-in corso) interpretata da Maisie Williams

Robb Stark (stagioni 1-3) interpretato da Richard Madden

Theon Greyjoy (stagione 1-in corso) interpretato da Alfie Allen

Brandon Stark (stagioni 1-4, 6-in corso) interpretato da Isaac Hempstead-Wright

Joffrey Baratheon (stagioni 1-4) interpretato da Jack Gleeson

Sandor Clegane (stagioni 1-4, 6-in corso) interpretato da Rory McCann

Drogo (stagione 1; ospite: stagione 2) interpretato da Jason Momoa

Tywin Lannister (stagione 1-5) interpretato da Charles Dance

Davos Seaworth (stagione 2-in corso) interpretato da Liam Cunningham

Samwell Tarly (stagione 1-2-in corso) interpretato da John Bradley

Stannis Baratheon (stagioni 2-5) interpretato da Stephen Dillane

Melisandre di Asshai (stagione 2-in corso) interpretata da Carice van Houten

Margaery Tyrell (stagioni 2-6) interpretata da Natalie Dormer

Jeor Mormont (stagione 1-3) interpretato da James Cosmo

Bronn (stagione 1-2-in corso) interpretato da Jerome Flynn

Varys (stagione 1-2-in corso) interpretato da Conleth Hill

Shae (stagione 1-4) interpretata da Sibel Kekilli

Talisa Maegyr (stagione 2-3) interpretata da Oona Chaplin

Gendry (stagioni 1-3, 7-in corso) interpretato da Joe Dempsie

Ygritte (stagione 2-4) interpretata da Rose Leslie

Tormund (stagione 3-4-in corso) interpretato da Kristofer Hivju

Gilly (stagioni 2-4-in corso) interpretata da Hannah Murray

Brienne di Tarth (stagioni 2-4-in corso) interpretata da Gwendoline Christie

Ramsay Bolton, nato Snow (stagione 3-6) interpretato da Iwan Rheon

Ellaria Sand (stagione 4-5-in corso) interpretata da Indira Varma

Daario Naharis (stagioni 3-5-in corso) interpretato da Ed Skrein (stagione 3) e Michiel Huisman (stagione 4-in corso)

Missandei (stagioni 3-4; regolare: stagione 5-in corso) interpretata da Nathalie Emmanuel

Tommen Baratheon (stagioni 1-2, 4-6) interpretato da Callum Wharry (stagioni 1-2) e Dean-Charles Chapman (stagioni 4-6)

Jaqen H’ghar (stagione 2; regolare: stagione 5-in corso) interpretato da Tom Wlaschiha

Roose Bolton (stagioni 2-6) interpretato da Michael McElhatton

Alto Passero (stagione 5-6) interpretato da Jonathan Pryce

 

COMINCIO’ TUTTO COSì…PRIMA STAGIONE

Eddard Stark, lord di Grande Inverno, viene incaricato dal suo re e amico Robert Baratheon di recarsi ad Approdo del Re per ricoprire la carica di Primo Cavaliere del Re. La guerra fra i Sette Regni è però alle porte, a causa degli intrighi e delle mire al Trono di Spade dei membri della nobile Casa Lannister. Jon Snow, figlio illegittimo di Eddard Stark, si arruola invece nei Guardiani della Notte e si reca sulla Barriera, enorme muro di ghiaccio che separa il mondo degli uomini dalle ostili terre dell’Eterno Inverno, da cui sta arrivando una minaccia terribile. Nel frattempo, Daenerys Targaryen e il suo crudele fratello Viserys, ultimi superstiti della nobile Casa Targaryen regnante prima della rivolta dei Baratheon, cercano di ricostruire l’antico potere nelle selvagge terre al di là del mare…

 

CURIOSITA’

Il Trono di Spade ha attirato un numero record di telespettatori su HBO e ha generato grande entusiasmo anche a livello internazionale. La serie ha ottenuto ampi consensi da parte della critica, in particolare per la recitazione, la complessità dei personaggi, la fitta trama, e la qualità della produzione, sebbene l’uso frequente di nudo, di violenza fisica e sessuale abbiano attirato anche alcune critiche negative. La serie ha vinto 38 Premi Emmy su 106 nomination totali, diventando la serie televisiva più riconosciuta dall’Academy of Television Arts & Sciences.

Lo scrittore George R. R. Martin, autore della serie di romanzi “Cronache del ghiaccio e del fuoco, aveva sempre rifiutato in passato proposte di adattamenti cinematografici, dal momento che un film non sarebbe bastato per contenere la trama; un altro problema sarebbero state le numerose scene di sesso e violenza, difficilmente ammesse sul mercato cinematografico.

Gli ideatori David Benioff e D.B. Weiss si avvicinarono all’idea di adattare i romanzi di  George Martin nel 2006, dopo che Benioff lesse il primo romanzo della saga, “Il gioco del trono. Condivise con Weiss il suo entusiasmo e lo convinse a leggere quel libro, lungo un migliaio di pagine, in “quasi 36 ore”. I due sceneggiatori presentarono il progetto alla rete televisiva via cavo HBO e convinsero Martin in modo del tutto bizzarro: nel corso di un incontro in un ristorante sulla Santa Monica Boulevard durato la bellezza di “cinque ore”. Benioff affermò che guadagnarono la fiducia dello scrittore rispondendo in modo positivo alla domanda: “Chi è la madre di Jon Snow?”

George R. R. Martin si è detto soddisfatto del risultato ottenuto, affermando che la serie è molto fedele all’opera letteraria e che gli attori sono stati all’altezza delle aspettative. Il giudizio della critica, prima della messa in onda della serie, è stato estremamente positivo, e i buoni ascolti del primo episodio hanno convinto HBO a produrre una seconda stagione.

A Parigi è stata allestita una mostra sull’intera serie alla GALERIE DU CARROUSEL.

In Italia, l’accoglienza da parte del pubblico è stata molto positiva. Alcune critiche negative sono arrivate quando la serie è sbarcata in chiaro su Rai 4. L’Aiart ha richiesto all’emittente di interrompere immediatamente la trasmissione vista la quantità di scene di sesso e violenza. Rai 4, dal canto suo, ha replicato dicendo che la serie è stata debitamente contrassegnata con bollino rosso e che la messa in onda non verrà assolutamente sospesa.

Nel periodo della serie sono stati lanciati altri prodotti legati ai romanzi delle Cronache del ghiaccio e del fuoco: viene pubblicato il nuovo romanzo sempre di George Martin: “A Dance with Dragons” e vengono prodotti due videogiochi ispirati alla serie letteraria: “A Game of Thrones – Genesis” e un videogioco di ruolo intitolato “Game of Thrones”.

Un fumetto intitolato “A Game of Thrones, basato sull’omonimo romanzo (quindi con la stessa trama della serie televisiva), viene pubblicato a partire da settembre 2011 con il marchio HBO in copertina.

 

COSTUMI E MAKE UP

La costume designer Michele Clapton (eccetto per i primi otto episodi della sesta stagione, ai quali ha lavorato April Ferry), per la realizzazione dei costumi si è ispirata a molte culture internazionali, come quella giapponese e persiana. Gli abiti Dothraki assomigliano a quelli dei beduini, mentre i Bruti vestono pelli animali come gli inuit. L’armatura d’ossa dei Bruti è costituita da stampi di ossa vere, assemblati con corda e lattice per ricreare l’effetto budella. Invece, le comparse che interpretano Bruti e Guardiani della Notte indossano copricapi per via del grande freddo, a differenza dei personaggi principali che li indossano per facilitare la loro identificazione agli spettatori . I vestiti dalla scollatura alta, creati da Björk, hanno ispirato un abito indossato da Margaery Tyrell nella seconda stagione, mentre i vestiti delle prostitute vengono disegnati per essere rimossi facilmente. Tutti gli abiti, che siano per i Bruti o per le donne della corte reale, vengono “invecchiati” per due settimane affinché si migliori il più possibile il realismo della serie.

Le attrici indossano all’incirca due dozzine di parrucche, fatte di capelli umani lunghi fino a 61 centimetri. Il loro costo si aggira sui 7000 dollari l’una e vengono lavate e trattate come se appartenessero ad una persona viva. Emilia Clarke, necessita di circa due ore affinché venga applicata la sua parrucca dai capelli biondi platino. Ad altri attori, invece, come Jack Gleeson e Sophie Turner, vengono colorati frequentemente i capelli. Per personaggi quali Daenerys (nelle prime stagioni), Arya e i Dothraki, le parrucche, i capelli e i costumi vengono trattati affinché sembri che non si lavino da settimane.

 

TUTTE LE CREATURE DELLA SERIE

METALUPI: I meta-lupi  presenti nella serie sono in realtà cani di aspetto lupino (vista l’impossibilità di utilizzare lupi sul set). Per i cuccioli sono stati utilizzati alcuni Siberian husky, dati in adozione alla fine delle riprese. A partire dalla seconda stagione i meta-lupi (ormai cresciuti e giganteschi) sono realizzati in CGI e vengono usati inoltre lupi veri per alcune scene.

DRAGHI: I draghi di Daenerys Targaryen sono realizzati interamente in CGI. Per la realizzazione delle scene che includono un’interazione con essi, vengono usati degli oggetti in “chroma key” (effetti speciali realizzati con l’ausilio di un pannello verde).

 

ESTRANEI: Gli Estranei sono interpretati da attori truccati con un dettagliato make-up con protesi scolpite per effetti cosmetici avanzati, che viene integrato ad alcuni effetti digitali.

 

GIGANTI: Anche i giganti sono impersonati da attori truccati con la stessa tecnica utilizzata per gli Estranei. Le loro dimensioni richiedono che le sequenze in cui appaiono vengano girate in studio su sfondo verde per poi essere integrate digitalmente con le sequenze madre.

 

LOCATION

Le riprese della serie si sono svolte in Irlanda del Nord, Islanda, Scozia, Marocco, Malta, Croazia, Spagna.

 

COLONNA SONORA

La colonna sonora de Il Trono di Spade viene composta da Ramin Djawadi:

Game of Thrones (Music from the HBO Series).

 

 

TRAILER