Jodie Foster riunisce due icone di Hollywood, sfornando un film onesto, con una base di suspense e una trama intriganteTornano a lavorare insieme George Clooney e Julia Roberts in Money Monster, una bella storia sui principi e gli imbrogli che governano l’alta finanza, oscuri alla stragrande maggioranza delle persone, solamente spettatrici, purtroppo, di un alveare di misfatti nel quale il Dio denaro è immerso.

Il film si svolge per la maggior parte del tempo in uno studio televisivo, salvo poi spostarsi “on the road” nelle battute finali.
Racconta di un improvviso agguato nel bel mezzo di una diretta televisiva da parte di un uomo addetto alle consegne Kyle Budwell (Jack O’Connell). Quest’ultimo, armato e con un giubbotto carico di esplosivo, prende in ostaggio il presentatore Lee Gates (George Clooney) accusandolo di avergli fatto perdere sessanta mila dollari investiti in un titolo sbagliato da lui consigliato.
Lee (un vero e proprio mattatore della trasmissione in onda, il quale sotto forma di vero e proprio show spettacolarizza il mondo della finanza, fornendo delle “dritte” settimanali su quali titoli investire per un sicuro guadagno) sentendosi, in qualche modo in colpa per l’accaduto, cercherà, assieme alla regista Patty Fenn (Julia Roberts) di venire incontro all’apparente squilibrato, cercando di scoprire cosa si nasconde dietro alla perdita di ottocento milioni di dollari da parte di una società quotata in borsa, responsabile della caduta in disgrazia di Kyle e di movimenti anomali di denaro.

Jodie Foster riunisce due icone di Hollywood, sfornando un film onesto, con una base di suspense e una trama intrigante. La regista, diventata celebre per aver interpretato Clarice nel famosissimo “Il silenzio degli innocenti”, torna dietro la macchina da presa dopo la commedia drammatica “Mr. Beaver” interpretata da Mel Gibson, confezionando una regia più semplice che complessa ma tuttavia in grado di incollare lo spettatore allo schermo fino alla conclusione del film.

TRAILER