L'ennesimo capitolo sui mutanti X-Men è ambientato nel 1983: l'origine!Ohio 1983 – Luogo e periodo storico in cui è ambientato l’ultimo film della saga X-Men.
Il tutto però comincia diversi secoli addietro, nell’Antico Egitto, dove En Sabah Nur, un re mutante, con grandi poteri e venerato dalla sua gente come un Dio, ma ormai prossimo alla vecchiaia, cerca di trasferire se stesso con tutti i suoi poteri nel corpo di un altro mutante assorbendone degli altri, solo che nel preciso momento della trasposizione viene tradito da alcuni uomini che causano la distruzione dell’edificio e la sua sepoltura sotto un ammasso di pietre.

Ridestato, ora siamo nel 1983, dal suo sonno profondo e forzato, inizia la sua personale ricerca di tutti quei mutanti con poteri unici, come il giovanissimo professor Xavier e la macchina celebro da lui inventata, al fine di unirli in un unico grande potere assoluto, l’Apocalisse, e poter adempiere al suo disegno malefico: la distruzione della razza umana.

In questo capitolo troviamo i nostri protagonisti /mutanti giovanissimi, alle prime esperienze con i loro poteri sovrumani, dislocati in varie parti del mondo, dagli Stati Uniti, passando da Berlino alla Polonia.
In un corollario di effetti speciali, roboanti esplosioni, vendette personali e un trionfo di coscienze per sancire il bene, rigettando il male, Bryan Singer chiama a raccolta attori del calibro di:

Michael Fassbender (Macbeth), il quale interpreta un malinconico/vendicatore Magneto.

Il suo Wolverine fidato Hugh Jackman (X-Men), per lui, solo un cameo.

Jennifer Lawrence (Il lato positivo), nei panni della seducente e istrionica Mystica.

James McAvoy (Victor-la storia segreta del dott. Frankenstein) è il professor Charles Xavier.

Oscar Isaac (A proposito di Davis) nelle vesti del gigante Apocalisse.

Continua, a colpi di supereroi, la lotta tra la Marvel e la DC Comics e non sembra che i due sfidanti vogliano arretrare di un solo centimetro, non ci resta che fungere da spettatori arbitrali e imparziali.

TRAILER